LA CITTA’ PROIBITA A MONACO, L’ESPOSIZIONE DELL’ESTATE


Inaugurata il 13 luglio, presenta oltre 250 oggetti eccezionali. Al Grimaldi Forum fino al 10 settembre. Scambio culturale: a Pechino nel 2018 “Principi e Principesse di Monaco, una dinastia europea”

MONACO 17/07/2017. E’ la grande esposizione estiva del Grimaldi Forum, aperta ai visitatori fino al prossimo 10 settembre. S’intitola ‘’La Cittá Proibita a Monaco”, un omaggio alla Cina e soprattutto ai Qing, l’ultima dinastia imperiale cinese (1644-1911).

All’inaugurazione, svoltasi lo scorso 14 luglio, hanno partecipato tra gli altri il Ministro di Stato Serge Telle, l’Ambasciatrice di Monaco in Cina Catherine Fautrier, l’Ambasciatore di Cina in Francia Zhai Jun, il vice direttore della Città Proibita Ji Tianbin, il Ministro degli Affari Sociali di Monaco Jean Castellini e il Direttore degli Affari Culturali Jean-Charles Curau.

Tra gli invitati erano presenti Ezio Greggio, Presidente del Com.It.Es Monaco e Federico Limiti, membro del Com.It.Es Monaco e funzionario della CMB, quest’ultima tra gli sponsor dell’esposizione.

La mostra presenta una selezione di oltre 250 splendidi oggetti provenienti dall’antico palazzo degli imperatori cinesi e da prestigiose collezioni europee e statunitensi, per offrire al pubblico un viaggio suggestivo alla scoperta di fasti e bellezze di un luogo emblematico. Ci sono ritratti, arredi, strumenti scientifici, costumi, oggetti preziosi e sono anche evocate le imprese militari degli imperatori Qing attraverso oggetti e incisioni che riportano le loro vittoriose campagne.

La Città Proibita in Cina fu costruita per volontà del terzo imperatore della dinastia Ming e oggi è allo stesso tempo un palazzo e un museo fra i più prestigiosi e visitati al mondo.

Un’annotazione importante: l’esposizione allestita al Grimaldi Forum è il frutto di uno scambio culturale tra Monaco e la Cina. Infatti, nel 2018 il Principato sarà protagonista a Pechino con una mostra intitolata « Principi e Principesse di Monaco, una dinastia europea ».

Lascia un commento